NEW

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Tra fiabe e natura: il sentiero Li Vurgacci a Pioraco

In provincia di Macerata si trova il sentiero naturalistico Li Vurgacci, una passeggiata di circa un’ora in mezzo al verde in cui si incontrano anche dei mostri di pietra Il sentiero Li Vurgacci a Pioraco è un vero e proprio viaggio a piedi fra grotte, sentieri e...

Il cammino dell’Alta Via dei Monti Liguri

Un percorso di trekking storico e naturale lungo 440 chilometri tra il mare e le montagne, da ponente a levante: ecco l’Alta Via dei Monti Liguri L’Alta Via dei Monti Liguri è un itinerario perfetto da percorrere tutto l’anno, adatto a tutti. Migliaia di chilometri di...

La Seggia del Diavolo, il misterioso volto di Albano Lucania

La Seggia del Diavolo è una costruzione megalitica ancora avvolta dal mistero e sulla cui costruzione si fanno diverse ipotesi, nessuna mai storicamente avvalorata Siamo ad Albano di Lucania, un piccolo centro in provincia di Potenza, situato a circa 900 metri di...

Il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo

La bellissima città di Bergamo ha un dolce primato. È qui che è nato uno dei gusti di gelato più amati nel mondo nel lontano 1961: la stracciatella Lo sapevi che il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo nel lontano 1961? E sapevi che ancora oggi, alla gelateria...

La leggenda del quadro dell’anima dannata

La Chiesa della Missione ai Vergini di Napoli costruita dal Vanvitelli possiede al suo interno un quadro su cui si narra la leggenda di un amore contrastato La città di Napoli nasconde leggende e misteri, come quella del quadro dell’anima dannata presente all’interno...

Visita al parco secolare del Castello di Strassoldo di Sopra

Il Castello di Strassoldo di Sopra ha una storia millenaria e oggi risulta essere uno degli edifici dell’epoca meglio conservati d’Europa. Ci troviamo nel Comune di Cervignano del Friuli, in provincia di Udine. Qui si trova la frazione di Strassoldo, uno dei borghi...

Corfinio, la prima capitale d’Italia

In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a Corfinio, in provincia...

La straordinaria biodiversità dell’Isola della Cona

Esiste un luogo in cui oltre 400 specie di animali e uccelli vivono indisturbati nel loro habitat naturale. Si chiama Isola di Cona e si trova in Friuli Venezia Giulia Nell’ultimo tratto del fiume Isonzo, in Friuli Venezia Giulia, c’è una riserva di oltre 2300 ettari,...

Una giornata di trekking alle Gole del Sagittario

La Riserva Naturale e Oasi WWF dell’Abruzzo fornisce percorsi adatti a tutti per vivere una giornata immersi nella natura e scoprire alcuni dei borghi più belli d’Italia A pochi passi dal Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, si trovano le Gole del Sagittario con...

Gerace, il gioiello della Locride

All’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte c’è il borgo di Gerace, dove scoprire grotte scavate nella roccia, chiese medievali e una villa di epoca romana

Gerace, in provincia di Reggio Calabria, è un piccolo borgo fuori dalle zone turistiche, incastonata nel Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Potrebbe restare nascosto agli occhi di tutti questo paesino di poco più di 2000 abitanti. Eppure, è stato nominato uno dei borghi più belli d’Italia e ha ottenuto anche la bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Cosa nasconde di così particolare Gerace, tanto da essere considerato il gioiello della Locride? Innanzitutto gode di una posizione invidiabile su un pendio da cui si apre la vista sul Mar Ionio e sulla Locride.

In secondo luogo, Gerace ha una storia interessante che parte dal Medioevo, periodo in cui il borgo era un importante centro in cui si scontrarono bizantini, arabi e normanni.

Infine, a pochi chilometri dal centro cittadino si trova una la Villa romana di Casignana, uno dei tesori più belli che la Calabria possa offrire ai suoi visitatori,

 

Cosa vedere a Gerace

Il territorio di Gerace è costellato da tantissime chiese, tanto che in epoca normanna il borgo era chiamato “la città delle cento chiese”. Tra queste, spicca la chiesa di San Francesco del 1200, un edificio in stile gotico considerato di interesse nazionale.

Uno dei simboli del borgo è la Basilica di Santa Maria Assunta, un autentico gioiello bizantino-normanno che rappresenta la struttura sacra più grande della Calabria, con i suoi 1680 mq di estensione.

Poco lontano dal borgo, in contrada Palazzi, sorgono le rovine della Villa Romana di Casignana, uno dei più grandi reperti di epoca romana presenti nell’Italia del sud. Si tratta di un’antica abitazione patrizia che oggi sta riscoprendo un fervente interesse e su cui gli archeologi ancora lavorano.

Visitando la villa, che si estende su ben 12 ettari, si possono ammirare splendidi mosaici e pavimenti musivi, decorazioni intonacate alle pareti e pregiati marmi di importazione. Ma quello che desta ancora più interesse è il complesso termale, vero simbolo dell’aristocrazia romana.

Altra particolarità di Gerace sono le grotte scavate nella roccia di Borgo Maggiore, un tempo sede di botteghe artigiane che lavoravano l’argilla e ancora oggi utilizzate dagli artisti locali che cercano di tenere viva quest’arte.

Borgo di Gerace
Gerace” by orientalizing is licensed under CC BY-NC-ND 2.0.

 

Il Festival del Borgo di Gerace

Durante l’anno a Gerace ci sono diverse manifestazioni grazie alle quali si vedono arrivare molti turisti e curiosi. Tra queste, la più sentita è il Festival del Borgo incantato che si svolge a luglio nel centro storico e prevede la presenza di artisti di strada provenienti da tutto il mondo.

L’arte di strada in questa occasione viene sfruttata per promuovere il patrimonio artistico del borgo e per diffondere le proprie tradizioni in uno scenario suggestivo.

I tre giorni dell’evento diventano anche occasione per proporre i prodotti tipici del territorio, tra cui la pasta fatta a mano con sugo di capra e il Greco di Gerace, vino locale che rappresenta un’eccellenza del territorio con radici molto antiche.

Borgo di Gerace 2
Cathedral of Gerace” by Neil Melville-Kenney is licensed under CC BY-NC-SA 2.0.

Precedente