NEW

Le grotte di Camerano

Oggi vi portiamo nelle Marche, nascosta tra le colline del Parco del Conero si trova una località che ospita una città sotterranea scavata in una grotta, questo luogo ha una storia davvero affascinante, che forse non tutti conoscono, oggi siamo qua per parlarvi di...

Il tesoro di Paraggi

Secondo la leggenda a Paraggi si trova uno dei tesori più preziosi dell’intero mediterraneo. Come spesso accade mistero e realtà si legano insieme dando vita a racconti affascinanti. Oggi vogliamo raccontarvi il misterioso racconto del tesoro di Paraggi.   Dove...

5 curiosità sul Piemonte

Oggi abbiamo deciso di condividere con voi 5 piccole curiosità sul Piemonte. Siete curiosi di scoprirle? Bene, non vi resta che continuare a leggere.   Il Piemonte è la regione più grande dell’Italia… continentale. Il Piemonte i suoi 25.387,1 kmq, 8,4% del totale...

3 storie di fantasmi della città di Genova

L’ex repubblica marinara è una città con una storia affascinante, a tratti misteriosa. Si racconta di molti fantasmi che si aggirano per Genova: ecco i 3 più famosi. C’è chi giura che i caruggi del centro storico di Genova siano infestati di fantasmi, alcuni pacifici,...

Vacanze in Calabria: Amantea

Mare limpido e spiagge spaziose caratterizzano la zona costiera di Amantea, un centro antico calabrese dal fascino suggestivo, molto frequentato in estate. Amantea è un comune costiero della provincia di Cosenza, al confine con quella di Catanzaro, in Calabria. Il...

Acciaroli e il mito di Ernest Hemingway

Acciaroli, oggi rinomata località turistica, conserva vivo il ricordo di Hemingway che abitò qui per un periodo, trovando ispirazione per il suo romanzo. Quella che fino a qualche decennio fa era una località pressoché sconosciuta ai turisti, oggi rappresenta uno dei...

Le osterie di Bologna, ieri e oggi

Le osterie a Bologna sono un’istituzione sin dal 1300. Nei secoli si sono evolute ma hanno conservato il loro tratto distintivo: un’ospitalità familiare genuina. Quando si parla di Bologna non si può non pensare a uno dei simboli che la contraddistinguono: le osterie....

Scoprire la Franciacorta su due ruote

La Franciacorta è una zona collinare famosa per la produzione di vino. Vi proponiamo un itinerario in bicicletta per scoprire questo territorio di origini remote. Attraversando la Franciacorta si incontrano borghi, castelli, riserve naturali e, ovviamente, i...

Il borgo fantasma di Gessopalena

Gessopalena è un borgo abbandonato che ha un passato florido e ha vissuto episodi tragici per mano nazista durante la seconda guerra mondiale Sul territorio italiano non è inusuale incontrare borghi abbandonati, centri che un tempo sono stati abitati e spesso con un...

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Nel castello di Arignano, tra i misteri e i fantasmi

Il castello sulla Rocca di Arignano  si trova 20 chilometri da Torino. La sua struttura originaria risale  al X secolo e ha da poco subito la sua ultima trasformazione.

Rivisitato nella sua costruzione attuale alla fine del 200, il castello nacque a scopo difensivo e subì un importante danneggiamento per mano delle milizie di Facino Cane nel XIV secolo. A fronte di questo attacco la rocca venne ristrutturata e ampliata con la costruzione di quattro torri, di cui solo una rimasta in piedi e presente ancora oggi.

 

Le leggende del castello di Arignano

Diverse le leggende che hanno accompagnato le storia dell’antica struttura, tra fantasmi, epidemie scampate e tesori nascosti.

Si narra infatti che la rocca fu abitata intorno alla fine del XIV secolo da una coppia di giovani sposi, e che il marito nutrisse una forte gelosia nei confronti della consorte. Il racconto dice che un giorno, in preda ad un raptus di follia, il giovane strangolò la propria sposa e ne gettò il cadavere in fondo ad un pozzo. Da allora si racconta che il fantasma della donna vaghi per Arignano e che addirittura al tramonto si affacci alla finestra più alta del castello.

Un’altra leggenda riguardante la Rocca di Arignano è quella sulla scampata peste del Trecento. Si dice infatti che la malattia colpì tutte le persone della zona, esclusi gli abitanti del castello.

Un ulteriore mistero vede come protagonista il noto alchimista medioevale Cagliostro. Si dice che all’interno della struttura lo studioso lavorò alla realizzazione della pietra filosofale, capace di trasformare qualsiasi metallo in oro.

Castello di Arignano

 

Il castello oggi

Nel 2016, Elsa Panini e Luca Veronelli decisero di acquistare la Rocca di Arignano per dare vita ad un fantastico progetto di recupero.

Lo scopo della coppia era quello di trasformare l’antico castello in un luogo dove fosse possibile vivere la cucina secondo le antiche tradizioni, i prodotti locali e il benessere fisico, il tutto legato alle stagioni.

A permettere questo la locanda all’interno della struttura, dove è possibile apprezzare la cucina enogastronomica della zona seguendo le ricette tradizionali. Tutti gli ingredienti che non vengono raccolti o prodotti all’interno della rocca vengono comunque selezionati con attenzione rispettando il principio del chilometro zero.

Oltre alla locanda, è presente nel castello una scuola di cucina dove gli esperti cuochi insegnano l’arte delle pietanze servite nella struttura. Al centro dei corsi ci sono i lieviti, le paste e le creazioni di pasticceria.

Per gli ospiti della rocca è inoltre possibile svolgere diverse attività, sia organizzate dalla struttura stessa che individuali. Oltre al bellissimo borgo medievale, la zona offre spazi per passeggiate in mezzo al verde con vista sulle colline del Monferrato e sulle Alpi.

Precedente

Il Prossimo