NEW

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Tra fiabe e natura: il sentiero Li Vurgacci a Pioraco

In provincia di Macerata si trova il sentiero naturalistico Li Vurgacci, una passeggiata di circa un’ora in mezzo al verde in cui si incontrano anche dei mostri di pietra Il sentiero Li Vurgacci a Pioraco è un vero e proprio viaggio a piedi fra grotte, sentieri e...

Il cammino dell’Alta Via dei Monti Liguri

Un percorso di trekking storico e naturale lungo 440 chilometri tra il mare e le montagne, da ponente a levante: ecco l’Alta Via dei Monti Liguri L’Alta Via dei Monti Liguri è un itinerario perfetto da percorrere tutto l’anno, adatto a tutti. Migliaia di chilometri di...

La Seggia del Diavolo, il misterioso volto di Albano Lucania

La Seggia del Diavolo è una costruzione megalitica ancora avvolta dal mistero e sulla cui costruzione si fanno diverse ipotesi, nessuna mai storicamente avvalorata Siamo ad Albano di Lucania, un piccolo centro in provincia di Potenza, situato a circa 900 metri di...

Il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo

La bellissima città di Bergamo ha un dolce primato. È qui che è nato uno dei gusti di gelato più amati nel mondo nel lontano 1961: la stracciatella Lo sapevi che il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo nel lontano 1961? E sapevi che ancora oggi, alla gelateria...

La leggenda del quadro dell’anima dannata

La Chiesa della Missione ai Vergini di Napoli costruita dal Vanvitelli possiede al suo interno un quadro su cui si narra la leggenda di un amore contrastato La città di Napoli nasconde leggende e misteri, come quella del quadro dell’anima dannata presente all’interno...

Visita al parco secolare del Castello di Strassoldo di Sopra

Il Castello di Strassoldo di Sopra ha una storia millenaria e oggi risulta essere uno degli edifici dell’epoca meglio conservati d’Europa. Ci troviamo nel Comune di Cervignano del Friuli, in provincia di Udine. Qui si trova la frazione di Strassoldo, uno dei borghi...

Corfinio, la prima capitale d’Italia

In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a Corfinio, in provincia...

La straordinaria biodiversità dell’Isola della Cona

Esiste un luogo in cui oltre 400 specie di animali e uccelli vivono indisturbati nel loro habitat naturale. Si chiama Isola di Cona e si trova in Friuli Venezia Giulia Nell’ultimo tratto del fiume Isonzo, in Friuli Venezia Giulia, c’è una riserva di oltre 2300 ettari,...

Una giornata di trekking alle Gole del Sagittario

La Riserva Naturale e Oasi WWF dell’Abruzzo fornisce percorsi adatti a tutti per vivere una giornata immersi nella natura e scoprire alcuni dei borghi più belli d’Italia A pochi passi dal Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, si trovano le Gole del Sagittario con...

Sant’Angelo di Roccalvecce, il paese delle fiabe

Sant’Angelo di Roccalvecce è un borgo che ha ritrovato splendore grazie ai dipinti sui muri degli edifici che raccontano storie. Per questo, viene chiamato il Paese delle Fiabe

In provincia di Viterbo c’è un paese davvero speciale, un posto in cui ci si sente inseriti in un libro di fiabe, protagonisti di avventure e incontri meravigliosi. Si tratta di Sant’Angelo di Roccalvecce, un borgo a breve distanza dal Parco dei Mostri di Bomarzo e dal Moai di Vitorchiano.

Dal 2016 questo borgo è diventato un dei più belli del Lazio in seguito a un grande opera di rivalutazione che ne ha permesso la rinascita. Grandi murales e mosaici hanno arricchito strade e palazzi, dando colore e vita a una comunità sopita da troppo tempo.

 

I murales di Sant’Angelo di Roccalvecce

L’idea dei murales è frutto di un cittadino di Sant’Angelo, Gianluca Chiovelli, il quale fondò un’associazione culturale (ACAS) con l’intento di rivalutare il borgo natio. Ci riesce decidendo di abbellire i muri degli edifici con disegni che raccontano scene delle fiabe più famose.

Un lavoro cominciato nel 2016 e ancora in continuo aggiornamento che ha permesso al borgo abitato da sole 200 anni di rifiorire e riqualificarsi sotto il profilo turistico.

La prima opera creata fu quella che raffigura Alice nel paese delle meraviglie e il Bianconiglio. A oggi, sono circa 46 i murales e i mosaici che hanno trasformato, nel giro di pochi anni, un borgo morente in un museo a cielo aperto.

Il progetto prevede la creazione di 100 opere nei prossimi anni e, con esse, la certezza di vedere aprire sempre più botteghe e negozi e strutture ricettive per accogliere i turisti.

 

Le opere da scoprire nel Paese delle Fiabe

I muri di Sant’Angelo di Roccalvecce accolgono opere raffiguranti le favole più famose: Hansel e Gretel Don Chisciotte, Pinocchio, il Piccolo Principe, la più recente Pocahontas ecc.

L’associazione che ha promosso e porta avanti il progetto di abbellimento del borgo ha realizzato anche dei percorsi naturalistici che attraversano il borgo e toccano anche i comuni vicini, tra cui Bagnoregio, Vitorchiano e Celleno.

Il percorso “Sentiero dei Castelli e delle Fiabe” collega Sant’Angelo ad alcuni siti archeologici della Tuscia in cui sorgono ville romane, chiese medievali e altri siti di rilevanza storica.

Sulla mappa sono indicati anche luoghi di ristoro e bed and breakfast, per offrire la possibilità ai visitatori di fermarsi per una giornata o anche di più.

In questo modo Sant’Angelo di Roccalvecce diventa, oltre che un posto magico in cui grandi e piccoli possono sognare a occhi aperti, anche il fulcro di un percorso di scoperta delle bellezze del territorio storiche ed enogastronomiche.

Precedente