NEW

La perla del Qatar

La perla del Qatar è un'isola artificiale vicino al prestigioso quartiere West Bay di Doha. Caratterizzata da porti turistici fiancheggiati da yacht in stile mediterraneo, torri residenziali, ville e hotel. L'area è davvero affascinante, se vi trovate in Qatar vi...

Il deserto del Qatar

La cultura nomade dei beduini nel deserto è talmente radicata in Qatar che durante la stagione invernale numerosi abitanti del paese si recano in accampamenti molto elaborati per ritornare alle proprie origini Questa tradizione si chiama Al Enna e si svolge ogni anno...

Tutti gli stadi dei Mondiali di Calcio in Qatar

I Mondiali di calcio in Qatar nonostante le numerose critiche e polemiche si faranno. Siamo quasi all’ora di inizio del grande evento, si parte domenica 20 Novembre. Ma siete curiosi di scoprire quelli che sono gli stadi che ospiteranno questo spettacolare evento?...

Monaco di Baviera

Monaco è la terza città più grande della Germania e la capitale dello Stato della Baviera. Il nome della città deriva dall'antica parola tedesca "munichen", che significa "creata dai monaci", e dà credito a un antico monastero che esisteva in origine dove sarebbe poi...

L’isola di Favignana

Oggi abbiamo deciso di parlarvi di una tra le più belle isole del nostro paese: Favignana. Vuoi prenotare la tua vacanza a Favignana? Booking.com Quest’isola fa parte delle Egadi, si tratta dell’isola più grande, la sua conformazione è a forma di farfalla, forse...

Il villaggio Nuragico di Tiscali

La Sardegna è una tra le regioni più apprezzate del nostro paese, il più delle volte viene associata al lusso e al mare. Ma la Sardegna non è solo questo, forse non tutti sanno che in questa regione si nasconde un antico villaggio nuragico ancora oggi nascosto da un...

La vera storia della pizza Margherita

Come sappiamo Napoli è una città magica e mistica, infatti, si nascondono numerose leggende, una di queste riguarda uno dei simboli della città: la pizza. Cerchi un hotel a Napoli? Booking.com La pizza margherita è uno delle specialità di Napoli e i suoi abitanti...

Amburgo La Porta Del Mondo

Amburgo, la seconda città più grande della Germania e il suo porto più grande, si gode l'etichetta di "porta del mondo". Cerchi un Hotel ad Amburgo? Booking.com Questa porta è dovuta al fiume Elba e alla relativa rete di canali che collega la città al Mare del Nord....

La città fiabesca di Rothenburg ob der Tauber

Tesoro medievale, Rothenburg ob der Tauber è una delle attrazioni più note della Strada Romantica tedesca.   Con le sue splendide mura a torre, le case pittoresche e le stradine acciottolate, questa cittadina gode di un'ottima reputazione, con turisti provenienti...

5 luoghi da vedere assolutamente in Toscana

La toscana è una tra le regioni più belle d’Italia ed è sicuramente una tra le più apprezzate nel mondo. È una regione che offre davvero di tutto ma oggi abbiamo deciso di scegliere 5 luoghi in Toscana che non dovete assolutamente perdere.   1. La città d'arte:...

Le Grotte di frasassi

Nell’entroterra marchigiano, quasi al confine con l’Umbria, si trovano le Grotte di Frasassi, ovvero uno dei siti sotterranei più belli e affascinanti del mondo sotto l’aspetto morfologico, di origine carsica. Un labirinto scavato sottoterra e all’interno della montagna. Nonostante la natura abbia lavorato per molto tempo, l’ingresso delle grotte è stato scovato solamente a inizio degli Anni Settanta. Se non vi fosse l’illuminazione artificiale (studiata per non alterare la spettacolarità dei vari scenari), all’interno non vi sarebbe alcun passaggio di luce naturale.


“Grotte di Frasassi” by musiciennedusilence is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

 

Quando l’acqua crea l’arte

Entrando nelle Grotte di Frasassi si può ammirare il lavoro che l’acqua ha svolto nella roccia nel corso di milioni di anni, mettendo in luce opere irripetibili da mani d’uomo. Stalattiti, stalagmiti, piccoli corsi d’acqua e laghetti unici e affascinanti, riempiono gli occhi e riportano alla mente la bellezza della natura. Tutto ciò che si vede è frutto del tempo e della casualità, che insieme hanno saputo creare delle lavorazioni artistiche magnifiche ed esclusive.

La superficie sotterranea interessata dalle diverse formazioni è molto ampia e gli speleologi hanno svolto un lavoro incredibilmente d’effetto negli anni per riuscire a creare un percorso turistico interessante. Nelle grotte ci sono cunicoli, strettoie, anfratti, passaggi, che sono lunghi diversi chilometri. Le squadre di esploratori hanno i loro mezzi, le loro tecniche, ma alla fine so basano sul vento: non è un caso che la “stanza” più grande sia chiamata “Grotta del Vento”, in quanto fu proprio l’aria che fece da guida per la scoperta della più bella “sala” delle Grotte di Frasassi. Insomma, in oltre tredici chilometri di cunicoli, gli spettacoli che si possono ammirare sono incredibilmente emozionanti.

Da studi geologici (e non solo), l’attività dell’acqua risulta iniziata almeno 190 milioni di anni fa: questo è stato il tempo necessario per poter osservare oggi tutte le bellezze delle Grotte di Frasassi. Il percorso visitabile in forma turistica è di circa 1,5 Km e il tempo necessario per poterlo svolgere, con guida apposita, è indicativamente di 70-80 minuti al massimo. Internamente la temperatura non supera i 14°C, quindi è bene attrezzarsi con una giacca e una felpa.


“Grotte di Frasassi – Genga (Marche)” by Renata Testa is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

 

Alla scoperta della Terra

Le Grotte di Frasassi conducono realmente un percorso che aiuta il visitatore a scoprire l’arte, la cultura, la “magia” della Terra, intesa come pianeta. Nelle grotte, una volta entrati nella varie sale è possibile immaginare il nome che gli scopritori hanno loro dato prendendo spunto dalle sculture formate dai vari depositi. E’ possibile ammirare una stalattite alta 7,40 metri e dal diametro di 1,5 metri, chiama “Spada di Damocle”, ma non è possibile un cilindro naturale di acqua che va sotto terra per circa 25 metri.


“Grotte di Frasassi – Genga (Marche)” by Renata Testa is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Si vede bene la stalagmite alta circa 15 metri come pure le “Canne d’Organo”, un’opera naturale a lamelle che se toccate (ma non è possibile farlo) emettono suoni diversi tra loro proprio come fossero le canne di un organo. Si potrebbe andare avanti per ore a descrivere tutto quanto è possibile ammirare all’interno delle Grotte di Frasassi, ma ci sono volte in cui la vista supera ogni descrizione. E’ dunque consigliabile pianificare una mezza giornata da dedicare alla visita delle Grotte di Frasassi, ottimamente servita anche dai mezzi pubblici.


“Grotte di Frasassi – Genga (Marche)” by Renata Testa is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

 

Variazione sul tema

Se poi avanza tempo, non distante, si trova l’abbazia San Vittore delle Chiuse, una costruzione del secolo XI in stile romanico, mentre al museo paleontologico di Genga, comune della zona, si trova un ittiosauro ottimamente conservato, ovvero una creatura marina della lunghezza di 3 metri che risale ad un’epoca di oltre 150 milioni di anni.


“Genga, abbazia di San Vittore delle Chiuse” by www.turismo.marche.it is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Precedente

Il Prossimo