NEW

Le grotte di Camerano

Oggi vi portiamo nelle Marche, nascosta tra le colline del Parco del Conero si trova una località che ospita una città sotterranea scavata in una grotta, questo luogo ha una storia davvero affascinante, che forse non tutti conoscono, oggi siamo qua per parlarvi di...

Il tesoro di Paraggi

Secondo la leggenda a Paraggi si trova uno dei tesori più preziosi dell’intero mediterraneo. Come spesso accade mistero e realtà si legano insieme dando vita a racconti affascinanti. Oggi vogliamo raccontarvi il misterioso racconto del tesoro di Paraggi.   Dove...

5 curiosità sul Piemonte

Oggi abbiamo deciso di condividere con voi 5 piccole curiosità sul Piemonte. Siete curiosi di scoprirle? Bene, non vi resta che continuare a leggere.   Il Piemonte è la regione più grande dell’Italia… continentale. Il Piemonte i suoi 25.387,1 kmq, 8,4% del totale...

3 storie di fantasmi della città di Genova

L’ex repubblica marinara è una città con una storia affascinante, a tratti misteriosa. Si racconta di molti fantasmi che si aggirano per Genova: ecco i 3 più famosi. C’è chi giura che i caruggi del centro storico di Genova siano infestati di fantasmi, alcuni pacifici,...

Vacanze in Calabria: Amantea

Mare limpido e spiagge spaziose caratterizzano la zona costiera di Amantea, un centro antico calabrese dal fascino suggestivo, molto frequentato in estate. Amantea è un comune costiero della provincia di Cosenza, al confine con quella di Catanzaro, in Calabria. Il...

Acciaroli e il mito di Ernest Hemingway

Acciaroli, oggi rinomata località turistica, conserva vivo il ricordo di Hemingway che abitò qui per un periodo, trovando ispirazione per il suo romanzo. Quella che fino a qualche decennio fa era una località pressoché sconosciuta ai turisti, oggi rappresenta uno dei...

Le osterie di Bologna, ieri e oggi

Le osterie a Bologna sono un’istituzione sin dal 1300. Nei secoli si sono evolute ma hanno conservato il loro tratto distintivo: un’ospitalità familiare genuina. Quando si parla di Bologna non si può non pensare a uno dei simboli che la contraddistinguono: le osterie....

Scoprire la Franciacorta su due ruote

La Franciacorta è una zona collinare famosa per la produzione di vino. Vi proponiamo un itinerario in bicicletta per scoprire questo territorio di origini remote. Attraversando la Franciacorta si incontrano borghi, castelli, riserve naturali e, ovviamente, i...

Il borgo fantasma di Gessopalena

Gessopalena è un borgo abbandonato che ha un passato florido e ha vissuto episodi tragici per mano nazista durante la seconda guerra mondiale Sul territorio italiano non è inusuale incontrare borghi abbandonati, centri che un tempo sono stati abitati e spesso con un...

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Alla scoperta dei più bei canyon del Trentino Alto Adige

Il Trentino Alto Adige, a livello di natura, è tra le regioni più ricche d’Italia. E visitarla, una volta nella vita, è d’obbligo.

Qui si può passeggiare in montagna, raggiungere a piedi impervie baite. Si può fare arrampicata, visitare siti splendidi come il lago di Braies, fare sport acquatici e – d’inverno – cimentarsi nello sci, nello snowboard e nelle ciaspolate. Ci sono però luoghi che non tutti conoscono, ed è un vero peccato.

Ecco quali sono dunque i più bei canyon del Trentino Alto Adige, da visitare per stupirsi e per meravigliarsi.

 

Bletterbach, Aldino

Parte delle Dolomiti patrimonio dell’Unesco, il Bletterbach è uno spettacolare canyon lungo 8 chilometri e profondo fino a 400 metri. Sito nel comune di Aldino, sotto la cima del Corno Bianco, regala un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio. Passeggiare al suo interno è tra le più incredibili esperienze che in Trentino Alto Adige si possano fare.

Aldino Bletterbach
“Bletterbach” by victorfe is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

 

Il canyon Rio Sass

Detto anche canyon di Fondo, il canyon Rio Sass è profondo 150 metri ed è visitabile dal 2001 grazie ad un percorso di ponti e di scale. Lungo 2,5 km, l’itinerario lo si percorre per intero in circa due ore e mezza (prenotando la visita guidata, obbligatoria).


“Canyon ‘Rio Sass'” by douneika is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

 

Il canyon di Santa Giustina

Nel cuore della Val di Non, il canyon di Santa Giustina si trova sotto la diga che – sbarrando il fiume Noce – da vita all’omonimo lago (negli anni Cinquanta era la diga più alta d’Europa, coi suoi 152,50 metri d’altezza). Seguendo il sentiero 529, è possibile arrivare all’eremo di Santa Giustina per ammirare il canyon in tutta la sua imponenza.


“File:Ponte della Mula, lago di Santa Giustina, Val di Non, 2017 2.jpg” by Francesco Serra is licensed under CC BY-SA 4.0

 

L’Orrido di Ponte Alto, Cognola

Poco lontano da Trento, l’Orrido di Ponte Alto è una gola del torrente Fersina. Accompagnati da una guida, si percorre un itinerario fatto di passerelle e di scalini, fino a raggiungere (e a girare attorno) alla grande cascata.


“Orrido di Ponte Alto” by dtpancio is licensed under CC BY-NC-ND 2.0

 

La gola della cascata di Tret

In Alta Val di Non, tra Tret e San Felice, la cascata di Tret cade nella gola di Koflertal per poi scorrere in un ricco e verdeggiante bosco. Ammirabile sia da sotto che da sopra, per raggiungerla è possibile imboccare il facile sentiero che parte da Tret e che arriva fino al punto panoramico. Tuttavia, la vera magia la si vive raggiungendo la parte bassa dopo aver sceso decine e decine di scalini.


“Cascata di Tret” by LEO-ONE is licensed under CC BY-NC 2.0

Il Prossimo