NEW

Le grotte di Camerano

Oggi vi portiamo nelle Marche, nascosta tra le colline del Parco del Conero si trova una località che ospita una città sotterranea scavata in una grotta, questo luogo ha una storia davvero affascinante, che forse non tutti conoscono, oggi siamo qua per parlarvi di...

Il tesoro di Paraggi

Secondo la leggenda a Paraggi si trova uno dei tesori più preziosi dell’intero mediterraneo. Come spesso accade mistero e realtà si legano insieme dando vita a racconti affascinanti. Oggi vogliamo raccontarvi il misterioso racconto del tesoro di Paraggi.   Dove...

5 curiosità sul Piemonte

Oggi abbiamo deciso di condividere con voi 5 piccole curiosità sul Piemonte. Siete curiosi di scoprirle? Bene, non vi resta che continuare a leggere.   Il Piemonte è la regione più grande dell’Italia… continentale. Il Piemonte i suoi 25.387,1 kmq, 8,4% del totale...

Vacanze in Calabria: Amantea

Mare limpido e spiagge spaziose caratterizzano la zona costiera di Amantea, un centro antico calabrese dal fascino suggestivo, molto frequentato in estate. Amantea è un comune costiero della provincia di Cosenza, al confine con quella di Catanzaro, in Calabria. Il...

Acciaroli e il mito di Ernest Hemingway

Acciaroli, oggi rinomata località turistica, conserva vivo il ricordo di Hemingway che abitò qui per un periodo, trovando ispirazione per il suo romanzo. Quella che fino a qualche decennio fa era una località pressoché sconosciuta ai turisti, oggi rappresenta uno dei...

Le osterie di Bologna, ieri e oggi

Le osterie a Bologna sono un’istituzione sin dal 1300. Nei secoli si sono evolute ma hanno conservato il loro tratto distintivo: un’ospitalità familiare genuina. Quando si parla di Bologna non si può non pensare a uno dei simboli che la contraddistinguono: le osterie....

Scoprire la Franciacorta su due ruote

La Franciacorta è una zona collinare famosa per la produzione di vino. Vi proponiamo un itinerario in bicicletta per scoprire questo territorio di origini remote. Attraversando la Franciacorta si incontrano borghi, castelli, riserve naturali e, ovviamente, i...

Il borgo fantasma di Gessopalena

Gessopalena è un borgo abbandonato che ha un passato florido e ha vissuto episodi tragici per mano nazista durante la seconda guerra mondiale Sul territorio italiano non è inusuale incontrare borghi abbandonati, centri che un tempo sono stati abitati e spesso con un...

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Tra fiabe e natura: il sentiero Li Vurgacci a Pioraco

In provincia di Macerata si trova il sentiero naturalistico Li Vurgacci, una passeggiata di circa un’ora in mezzo al verde in cui si incontrano anche dei mostri di pietra Il sentiero Li Vurgacci a Pioraco è un vero e proprio viaggio a piedi fra grotte, sentieri e...

3 storie di fantasmi della città di Genova

L’ex repubblica marinara è una città con una storia affascinante, a tratti misteriosa. Si racconta di molti fantasmi che si aggirano per Genova: ecco i 3 più famosi.
C’è chi giura che i caruggi del centro storico di Genova siano infestati di fantasmi, alcuni pacifici, altri meno.

In effetti la città ha una storia così lunga e importante che non è difficile credere che nei secoli siano avvenuti fatti sanguinosi, intrighi e congiure che hanno lasciato strascichi anche nel presente.

La Genova occulta con i suoi spettri viene celebrata dai suoi abitanti con tour organizzati per i turisti, rappresentazioni teatrali e storie raccontate a grandi e piccini. Tra i tanti fantasmi del capoluogo ligure, ecco quali sono le 3 storie più spaventose che si raccontano nella vecchia repubblica marinara.

 

Il fantasma di Paganini

Secondo molti, il fantasma del celebre violinista si aggira ancora per la città di Genova. Pare che, durante le riprese del film sulla vita di Paganini, nel 1947, all’interno del Salone del Maggior Consiglio il maestro De Barbieri stava eseguendo il brano “Le streghe”, utilizzando il Cannone, il violino appartenuto all’artista genovese.

Ad un tratto si udì una voce pronunciare alcune frasi, tra cui: “Io sono Paganini, bravo, bravo!”. Fu richiesto anche l’intervento della polizia per scoprire la provenienza di quelle parole, invano.

Ancora oggi sono conservati i verbali delle forze dell’ordine presso l’Archivio dell’ufficio Belle Arti del Comune di Genova, ma il mistero non è stato mai svelato.

Paganini
Paganini par David d’Angers (Angers)” by dalbera is licensed under CC BY 2.0.

 

La Dama Nera a Santa Maria di Castello

Durante i lavori di restauro dell’ex convento di Santa Maria di Castello che servirono ad adibire i locali per ospitare la Facoltà di Architettura, pare siano stati ritrovati diversi scheletri di neonati.

La spiegazione che è stata data è che pare che nel XV secolo, le monache agostiniane rinchiuse nel convento vivessero una vita piuttosto dissoluta che le costringeva a pratiche piuttosto macabre per nascondere i loro peccati.

Il fantasma di una di loro, la Dama Nera, si aggira ancora in Piazza Sarzano. Pare che la donna sia stata avvistata chiedere aiuto con un fagotto in grembo, forse proprio il suo bambino.

Santa Maria di Castello

 

La vecchietta di Vico dei Librai

Vico dei Librai fu distrutta dopo la guerra per fare posto al quartiere di via Madre di Dio e oggi non esiste più. Eppure pare sia stata avvistata più volte una vecchietta che chiede indicazioni per tornare nella sua casa, appunto in vico dei Librai.

La leggenda vuole che la nonnina sia svenuta in strada per risvegliarsi molto tempo dopo, ignara dei cambiamenti avvenuti e da allora vaghi cercando la sua casa.

Tra i vari racconti sulla vecchietta c’è quello di un mendicante che, pare, chiese l’elemosina alla donna, scoprendo solo dopo di aver ricevuto 100 lire del 1943.

Vico dei Librai

Precedente