NEW

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Tra fiabe e natura: il sentiero Li Vurgacci a Pioraco

In provincia di Macerata si trova il sentiero naturalistico Li Vurgacci, una passeggiata di circa un’ora in mezzo al verde in cui si incontrano anche dei mostri di pietra Il sentiero Li Vurgacci a Pioraco è un vero e proprio viaggio a piedi fra grotte, sentieri e...

Il cammino dell’Alta Via dei Monti Liguri

Un percorso di trekking storico e naturale lungo 440 chilometri tra il mare e le montagne, da ponente a levante: ecco l’Alta Via dei Monti Liguri L’Alta Via dei Monti Liguri è un itinerario perfetto da percorrere tutto l’anno, adatto a tutti. Migliaia di chilometri di...

La Seggia del Diavolo, il misterioso volto di Albano Lucania

La Seggia del Diavolo è una costruzione megalitica ancora avvolta dal mistero e sulla cui costruzione si fanno diverse ipotesi, nessuna mai storicamente avvalorata Siamo ad Albano di Lucania, un piccolo centro in provincia di Potenza, situato a circa 900 metri di...

Il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo

La bellissima città di Bergamo ha un dolce primato. È qui che è nato uno dei gusti di gelato più amati nel mondo nel lontano 1961: la stracciatella Lo sapevi che il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo nel lontano 1961? E sapevi che ancora oggi, alla gelateria...

La leggenda del quadro dell’anima dannata

La Chiesa della Missione ai Vergini di Napoli costruita dal Vanvitelli possiede al suo interno un quadro su cui si narra la leggenda di un amore contrastato La città di Napoli nasconde leggende e misteri, come quella del quadro dell’anima dannata presente all’interno...

Visita al parco secolare del Castello di Strassoldo di Sopra

Il Castello di Strassoldo di Sopra ha una storia millenaria e oggi risulta essere uno degli edifici dell’epoca meglio conservati d’Europa. Ci troviamo nel Comune di Cervignano del Friuli, in provincia di Udine. Qui si trova la frazione di Strassoldo, uno dei borghi...

Corfinio, la prima capitale d’Italia

In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a Corfinio, in provincia...

La straordinaria biodiversità dell’Isola della Cona

Esiste un luogo in cui oltre 400 specie di animali e uccelli vivono indisturbati nel loro habitat naturale. Si chiama Isola di Cona e si trova in Friuli Venezia Giulia Nell’ultimo tratto del fiume Isonzo, in Friuli Venezia Giulia, c’è una riserva di oltre 2300 ettari,...

Una giornata di trekking alle Gole del Sagittario

La Riserva Naturale e Oasi WWF dell’Abruzzo fornisce percorsi adatti a tutti per vivere una giornata immersi nella natura e scoprire alcuni dei borghi più belli d’Italia A pochi passi dal Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, si trovano le Gole del Sagittario con...

Storia del Castello di Montebello e di Azzurrina

In provincia di Rimini c’è il Castello di Montebello in cui pare si trovi ancora il fantasma di Azzurrina, sfortunata bambina che qui scomparve secoli fa

Il Castello di Montebello, situato su un colle da cui domina l’omonimo borgo, è diventato famoso grazie alla storia dei fantasmi che si nascondono tra le sue mura. In particolare, pare che qui si aggiri lo spettro di una bambina di nome Azzurrina vissuta nel XVI secolo.

Azzurrina in realtà era solo il soprannome di Guendalina, la figlia del feudatario Ugolinuccio, a cui la madre tingeva i capelli per nascondere il fatto che fosse albina. Questo perché, un tempo, le persone albine erano considerate diaboliche e per questo vittime di pregiudizi e persecuzioni.

Un giorno la bambina scomparve e non fu mai più ritrovata ma, da allora, pare che ogni tanto torni per far sentire la sua voce.

 

Il Castello di Montebello

Il Castello di Montebello si trova nel territorio dell’antica signoria malatestiana di Rimini, a 436 metri di altezza sulla valle del Marecchia e dell’Uso. Una posizione strategica, da cui era possibile controllare la via che risale la Valmarecchia, un tempo importante collegamento tra Montefeltro e la Toscana.

Ancora oggi la costruzione custodisce mobili di gran pregio risalenti a varie epoche tra il 1300 e il 1700, tra cui cassapanche, forzieri, e una cassa che, si dice, sia attribuibile al periodo delle crociate.

L’originale struttura del castello, infatti, è databile intorno all’anno 1000. Nel 1400, invece, i Conti Guidi di Bagno, subentrati ai Malatesta e ancora oggi legittimi proprietari, lo trasformarono in residenza signorile.

Questa trasformazione vide la nascita di immensi saloni da pranzo e sale delle feste, mentre restarono inalterate le precedenti celle militari e la torre difensiva.

Castello di Montebello
Castello Di MonteBello” by Cycling Jim is licensed under CC BY-NC-SA 2.0.

 

La leggenda di Azzurrina

La leggenda legata al Castello di Montebello parte da personaggi realmente esistiti. In particolare, si narra di Guendalina, una bimba di 5 anni, figlia del feudatario dell’epoca, scomparsa in circostanze misteriose nei sotterranei del castello nel 1375.

La piccola Guendalina era nata albina, cioè con pelle e capelli chiarissimi, un segno che a quel tempo era identificato con qualcosa di stregato, legato al demonio.

Per evitare sofferenze alla bimba, i genitori decisero di tingerle i capelli di nero. La tinta, però, scolorendo, rilasciava dei riflessi azzurri, proprio come gli occhi di Guendalina. Per questo, fu soprannominata Azzurrina.

Il giorno del solstizio d’estate. il 21 giugno 1375, la bambina si avventurò nei sotterranei del palazzo, fino alla neviera, da cui non tornò mai più senza lasciare alcuna traccia.

Da allora, pare che nelle notti del solstizio d’estate si sentano dei rumori provenire dalla neviera, oggi vuota. È per questo che la notte tra il 21 e il 22 giugno è chiamata dagli abitanti del luogo “la notte di Azzurrina”.

Castello di Montebello 2
Bellinzona (15)” by gali367 is licensed under CC BY-NC 2.0.

Precedente