NEW

Perché visitare Capri almeno una volta nella vita

A ovest della penisola sorrentina, in mezzo al mare, si trova Capri, un'isola che ha attratto a lungo sulle sue coste personaggi ricchi e famosi. L'isola di Capri è famosa per molte ragioni. Ha una sua bellezza naturale sbalorditiva, una cucina deliziosa e propone...

Tra fiabe e natura: il sentiero Li Vurgacci a Pioraco

In provincia di Macerata si trova il sentiero naturalistico Li Vurgacci, una passeggiata di circa un’ora in mezzo al verde in cui si incontrano anche dei mostri di pietra Il sentiero Li Vurgacci a Pioraco è un vero e proprio viaggio a piedi fra grotte, sentieri e...

Il cammino dell’Alta Via dei Monti Liguri

Un percorso di trekking storico e naturale lungo 440 chilometri tra il mare e le montagne, da ponente a levante: ecco l’Alta Via dei Monti Liguri L’Alta Via dei Monti Liguri è un itinerario perfetto da percorrere tutto l’anno, adatto a tutti. Migliaia di chilometri di...

La Seggia del Diavolo, il misterioso volto di Albano Lucania

La Seggia del Diavolo è una costruzione megalitica ancora avvolta dal mistero e sulla cui costruzione si fanno diverse ipotesi, nessuna mai storicamente avvalorata Siamo ad Albano di Lucania, un piccolo centro in provincia di Potenza, situato a circa 900 metri di...

Il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo

La bellissima città di Bergamo ha un dolce primato. È qui che è nato uno dei gusti di gelato più amati nel mondo nel lontano 1961: la stracciatella Lo sapevi che il gelato alla stracciatella è nato a Bergamo nel lontano 1961? E sapevi che ancora oggi, alla gelateria...

La leggenda del quadro dell’anima dannata

La Chiesa della Missione ai Vergini di Napoli costruita dal Vanvitelli possiede al suo interno un quadro su cui si narra la leggenda di un amore contrastato La città di Napoli nasconde leggende e misteri, come quella del quadro dell’anima dannata presente all’interno...

Visita al parco secolare del Castello di Strassoldo di Sopra

Il Castello di Strassoldo di Sopra ha una storia millenaria e oggi risulta essere uno degli edifici dell’epoca meglio conservati d’Europa. Ci troviamo nel Comune di Cervignano del Friuli, in provincia di Udine. Qui si trova la frazione di Strassoldo, uno dei borghi...

Corfinio, la prima capitale d’Italia

In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a Corfinio, in provincia...

La straordinaria biodiversità dell’Isola della Cona

Esiste un luogo in cui oltre 400 specie di animali e uccelli vivono indisturbati nel loro habitat naturale. Si chiama Isola di Cona e si trova in Friuli Venezia Giulia Nell’ultimo tratto del fiume Isonzo, in Friuli Venezia Giulia, c’è una riserva di oltre 2300 ettari,...

Una giornata di trekking alle Gole del Sagittario

La Riserva Naturale e Oasi WWF dell’Abruzzo fornisce percorsi adatti a tutti per vivere una giornata immersi nella natura e scoprire alcuni dei borghi più belli d’Italia A pochi passi dal Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, si trovano le Gole del Sagittario con...

Il vicolo più stretto d’Italia è a San Giorgio Morgeto

In provincia di Reggio Calabria si trova il vicolo più stretto d’Italia. È a San Morgeto e viene chiamato il “Passetto del Re”. Ecco la sua storia e le leggende che lo caratterizzano

30 scalini per una larghezza di 40 centimetri circa: questo è quanto misura la stradina che collega Largo Sipaleja al piazzale del Castello Normanno Svevo.

Siamo a San Giorgio Morgeto, un piccolo borgo in provincia di Reggio Calabria e qui si trova il vicolo più stretto d’Italia, chiamato il ”Passetto del Re”.

 

Il borgo medievale di San Giorgio Morgeto

San Giorgio Morgeto è un borgo medievale incastonato nel Parco Nazionale dell’Aspromonte, a oltre 500 metri di altezza. Definito come uno dei borghi più belli della Calabria, appare come un vero e proprio presepe, aggrappato su uno sperone di roccia tra due valloni.

Il centro storico di San Giorgio Morgeto conserva monumenti, chiese ed edifici di epoca medievale, tra cui il Convento dei Domenicani dove studiò e prese i voti Tommaso Campanella.

Il gioiello del borgo, però, è la grande fontana in granito, detta “Bellissima”, realizzata in stili diversi: alla base in stile rinascimentale, in barocco nelle due vasche superiori, e con una Venere in marmo bianco posta sulla cima.

Il Castello che domina il borgo e tutta la piana di Gioia Tauro fu costruito dai bizantini nel X secolo. In epoca normanna fu ampliato grazie a Ruggero I d’Altavilla, per poi subire ulteriori modifiche in periodi successivi ed essere abbandonato nel XVI secolo.

Ma negli ultimi anni San Giorgio Morgeto è diventata famosa grazie a un’altra sua rarità: il Passetto del Re, il vicolo più stretto d’Italia.

San Giorgio Morgeto

File:San Giorgio Morgeto.JPG” by Rollopack is licensed under CC BY-SA 3.0.

 

Storia e leggenda del Passetto del Re

Secondo la leggenda, il vicoletto, collegando il castello il largo sottostante, era una via di fuga per il Re Morgete in caso di attacchi alla fortezza o di altri pericoli. Attraverso la minuscola gradinata, infatti, si ha accesso a tutta la serie di vicoli e stradine del centro storico, ottima occasione per il re di far perdere le proprie tracce.

I più maliziosi raccontano che il Passetto del Re era utilizzato dal sovrano anche per sgattaiolare di notte nelle alcove delle cortigiane, senza essere visto.

Qualunque sia stato il reale utilizzo del vicoletto da parte del Re Morgete, la tradizione popolare dice che percorrerlo sia di buon auspicio, soprattutto per gli innamorati e per chi soffre per patemi d’amore.

Il Passetto del Re, pur essendo così stretto, non risulta angusto. Piuttosto, pare che chiunque lo attraversi venga permeato da una sensazione di benessere e di ritrovato buonumore.

San Giorgio Morgeto 2

Precedente